Cibo, Amore e Disturbi alimentari

anoressia, rifiuto del cibo

Ho avuto modo nella mia carriera professionale di incontrare parecchie donne e ragazze, sempre genere femminile, con un disturbo del comportamento alimentare. Fosse rifiuto del cibo tout court, la cosiddetta “anoressia nervosa”, fosse impulso incontrollato a mangiare “bulimia nervosa”, fosse poi accompagnata da vomito, provocato o meno, il DCA (termine …

Ognuno ha il corpo che gli serve

Spremute di frutta fresca

Dicevamo dell’estate che avanza e di maggio che sta scivolando tra le dita, mentre il nostro corpo non vuole ancora risvegliarsi pienamente dal torpore della primavera. Che fare? Se siete arrivati adesso a maturare i buoni propositi di riattivare la forma fisica, potete cominciare a ragionare in termini di movimento. …

Suono e Cibo: a tavola poche chiacchiere e più musica.

Suoni e Cibo

Quante volte abbiamo indagato i diversi tipi di nutrimento cui sottoponiamo la nostra struttura fisica ed energetica ? Credo di averne già parlato, ma in realtà temo di aver dato per scontati parecchi argomenti sui quali vale forse la pena di tornare. Sono indicazioni che partono da quella “variabile” ormai …

La dieta del Mahatma

Mahatma Gandhi: il digiuno

In un libretto di qualche anno fa scritto da un counselor tedesco Jorg Zittlau e intitolato “Gandhi per i manager”, ho letto alcune note interessanti sulla “dieta del Mahatma” che vi riporto in questa sede. Essendo noto per i suoi lunghi ed estenuanti digiuni, direte che la dieta del Mahatma …

La memoria del “bombolone”

caramelle dolciumi

Perdonate ma ho il chiodo fisso dell’alimentazione dei bambini, osservando un dato preoccupante che riguarda l’infanzia dei “paesi in via di sviluppo”. Questa definizione politically correct, che ha sostituito quella tremenda ma tanto in voga in passato di “terzo mondo”, per chiamare quei paesi che sono poveri o poverissimi rispetto …

Educarsi all’Ascolto

Ascoltare il proprio corpo

Mi rendo conto che l’educazione all’ Ascolto di sé, del proprio corpo, delle proprie voglie, dei propri bisogni, attiva un processo di raffinazione e di autopercezione, che può portare ad esaltare anche gli aspetti sgradevoli ai quali resistevamo perché in fondo non troppo sensibili. E’ vero, è il disagio che …