Alimenti buoni o cattivi? No, alimenti utili.

Condividi
Torta setteveli
Torta setteveli

Quando mangiamo chi sceglie cosa mangiare? a volte io ho la sensazione di non scegliere affatto, di andare in automatico e sono le volte che mi alzo da tavola insolitamente appesantita e con un senso di spossatezza come se invece di prendere energia abbia invece lottato e faticato tra una forchetta e una foglia di insalata. Eppure, mi dico, il mio stile di alimentazione è sempre abbastanza simile, è raro ch’io “sgarri” e non assuma quelle che so essere le “cose che mi fanno bene”, le “ cose che non mi appesantiscono”. Ecco già commetto quell’errore comune a molti di fare un distinguo tra cose buone e cattive. Alimenti buoni e cattivi in realtà non ce ne sono, ma esistono questo sì, alimenti utili e alimenti zavorra, e a seconda del nostro momento, di come stiamo, questi possono cambiare.
Ad esempio, ieri mia figlia ha completato l’iter di una magnifica 7 veli (io non ho tanto la passione della cucina, dovrò scoprire da quale gene le è arrivata) e per una volta nella vita ha deciso di cimentarsi in un’impresa a dir poco titanica, per lo meno per un pasticciere in erba, non professionista. La sera il primo ad assaggiarla è stato il suo ragazzo, ma nessuno di noi se l’è sentita di ospitare, prima di andare a dormire, una fetta così ricca e abbondante di contenuti, rimandando all’indomani l’impresa. Adesso mentre ne scrivo, mi viene l’acquolina in bocca e la curiosità di assaggiarla. Infatti penso che lo farò. Adesso il mio corpo può ricavarne un utile senza restarne schiacciato. Ieri sera sarebbe stata una nottata in bianco, oggi sarà una giornata ricca di energia grazie alla fantastica setteveli.
Ebbene ogni cibo ha la sua utilità se facciamo “scegliere”al corpo che sa quando e quanto mangiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *